Il gruppo Facebook raggiunge i 500 membri

Spread the love
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

Il gruppo Facebook nato agli inizi di Luglio 2017 denominato “Il gruppo degli Italiani Onesti in Portogallo e in Algarve” raggiunge e supera finalmente i 500 membri.

Si tratta di un traguardo importante nonostante parecchi pareri contrari ai pronostici iniziali, questo a causa della presenza di altri gruppi con argomenti simili. 

Nonostante questo però il nostro gruppo si distingue per svariate cose, in primis un regolamento ben preciso e in secondo luogo un fattore chiave: l’onestà.

Un gruppo Facebook con il tema dell’Onestà

Il nome del gruppo in sé ha suscitato non poche polemiche, non solo tra i membri del gruppo stesso ma anche da membri esterni volti a fare molto spesso sterile polemica.

Molti di noi che fanno uso dei social avranno sicuramente notato un fenomeno tristemente noto, ovvero una dilagante disonestà.

Questa disonestà è molto spesso collegata proprio a coloro che sono soliti fare polemica in quanto si sentono logicamente presi in causa in quanto si rende evidente la loro cattiva condotta.

Quindi il nome del gruppo ha suscitato la solita domanda tipo: “Ma come? Allora gli altri sono disonesti?

La verità è quindi evidente ma ho voluto chiamare il gruppo in questo modo per rendere evidente non solo una cattiva condotta e una mentalità mediocre ma è chiaramente anche un’aperta e deliberata provocazione.

I soliti polemici potrebbero definirmi un piantagrane ma in verità costoro sono liberi di esprimersi come gli pare, il loro modo di comportarsi non cambia la realtà dei fatti.

Di conseguenza è quindi chiaro che di questi tempi essere persone civili, educate e onesta sia ormai diventato impopolare, questo perché fanno compromessi su ogni cosa e di conseguenza se non sei come la massa ti saranno tutti contro. La sostanza è quella.

L’importanza di un regolamento ben preciso

Risulta chiaro che ogni membro dovrebbe rispettare almeno un minimo di buona educazione ma abbiamo visto noi stessi che questo sui social è poco frequente.

Questo fenomeno avviene in primis a causa di una cattiva mentalità, quella italiana purtroppo ne è un triste esempio.

Di conseguenza per ottenere un buon successo e il quieto vivere di tutti occorre, per così dire, mettere le mani avanti. Ovvero mettere le cose in chiaro.

Di solito un regolamento è come un contratto e per far parte di un gruppo non si può di certo ignorare, quindi se lo accetti sei il benvenuto, se non lo accetti sei libero di andare altrove.

Ho letto anche un articolo su Bennaker.com in cui si parla dell’esperienza di Paola Chiesa, fondatrice e amministratrice di #adotta1blogger.

Tra le sue osservazioni, che vi invito a leggere il link prima riportato, concorda sul fatto che un gruppo chiuso (a livello di privacy) risulta essere comunque una scelta saggia, in primis per proteggere.

Inoltre la partecipazione di un amministratore ha il compito non solo di moderare ma motivare anche i membri avendo un argomento comune e di conseguenza risulta necessario avere le idee ben chiare.

Questa è la chiave del successo e del quieto vivere di tutti, in ogni caso se siete interessati al Portogallo non solo vi invito a seguire questo blog ma anche il canale Telegram, ad iscrivervi al nostro gruppo Facebook e anche di lasciare un bel like alla pagina ufficiale.

Print Friendly, PDF & Email

Booking.com

Spread the love
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

CC BY 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Leave a Reply