Chi sono

Spread the love
  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    9
    Shares

Porgo a tutti voi un cordiale bem-vindo nel blog di NicePortugal.com!

Sono davvero lieto di accogliervi in quello che ritengo un blog unico nel suo genere in quanto unisco un tocco molto personale insieme alle mie competenze professionali. 

Ma non solo questo… la mia passione per il Portogallo mi porta quindi a scoprire insieme a voi la bella terra portoghese e lo faccio proprio attraverso questo potente mezzo.

Chi sono, mi presento

Preciso che non sono un individuo che racconta i fatti propri in giro, tuttavia ci tengo ad esporre alcune cose per instaurare un rapporto migliore con voi che leggete ciò che scrivo.

Mi presento a tutti voi, mi chiamo Valentino ma all’anagrafe registrato interamente come Valentino Francesco Mannara, in ogni caso potete chiamarmi semplicemente con il mio primo nome.

Sono un blogger da parecchi anni ma dal 1999 opero come tecnico informatico e ho lavorato per diverse aziende ma dal 2006 opero come professionista Freelance.

Da allora in rete sono stato conosciuto con l’appellativo di “Lionheart” (oppure soltanto “Lion“), appunto “cuor di leone” a causa del mio temperamento caratteriale.

Sono nato il 19/05/1980 a Milano ma i miei genitori sono pugliesi trasferiti poi al nord per lavoro e ho sempre vissuto e lavorato nella provincia di Milano facendo due lavori allo stesso tempo per totalizzare uno stipendio e questo molto tempo prima della famigerata crisi.

Tutto questo perché i soliti “datorini di lavoro” (in pieno spirito mediocre italiano) piangevano miseria che le cose andavano male, quindi con questa scusa assumevano spesso in nero.

E dire che queste dichiarazioni le facevano già dal 1994 quando iniziai molto giovane a lavorare.

Senza quindi scendere in ulteriori dettagli vi ho ho fatto un breve riassunto dei problemi tipici al nord Italia.

Prima di andare via dal nord

Nel 2004 conobbi mia moglie Francesca e visto che già molto tempo prima frequentavo la Sicilia è stato proprio attraverso una cara amica, anche lei messinese, ci siamo conosciuti e siamo stati fidanzati per due anni.

Poi il 27 Maggio 2006 feci il balzo definitivo e mi trasferii in Sicilia, restai ospite dai parenti di lei fino al 22 Luglio 2006 quando poi ci sposammo a Giarratana (RG) e dopo un periodo di tempo abbiamo deciso di vivere a Buccheri (SR).

Tutto questo comunque non senza conseguenze visto che ci si scontra quotidianamente con persone dalla mente chiusa (tipico dei paeselli di entroterra) e che fondamentalmente non vanno avanti, quindi non si progredisce in nulla, specialmente nel lavoro.

Perché il blog di NicePortugal.com

Come ho citato sopra sto cercando di andare via da un’Italia ormai troppo problematica non soltanto in termini lavorativi ma anche a causa di una mentalità che da nord a sud non funziona affatto.

Per anni ho gestito il mio blog aziendale shadowlionheart.it dove ho sempre scritto articoli inerenti al mio lavoro, quindi all’informatica e alle tecnologie Open Source.

E a causa proprio del mio lavoro negli ultimi anni sono stato anche in Brasile (la terra dei miei sogni) per qualche mese ma sono stato anche a Malta e ho provato anche a valutare Tenerife, tuttavia il problema era sempre lo stesso: gli italiani.

Molti dei nostri connazionali hanno spesso richiesto le mie prestazioni professionali ma con il risultato deludente di tante (troppe direi) false promesse e poi chiaramente mai mantenute.

La mentalità mediocre italiana ha preso piede in molti paesi e spesso tra connazionali non c’è solo competizione ma un vero e proprio sfruttamento, si arriva al punto anche di frodarli, come sta succedendo in particolare negli ultimi tempi alle Canarie.

Il Portogallo e i portoghesi stessi hanno attirato il mio interesse, non solo per motivi di lavoro ma per lo stile di vita stesso che è risulta modesto, semplice ma ospitale.

Non vi nascondo però che il Portogallo è l’ideale per me anche per motivi di salute, ho voluto quindi approfondire e allo stesso tempo condividere informazioni ed esperienze, come precisato dal primo articolo pubblicato.

Ma non solo questo, mi sono assunto l’impegno costante di rendere le cose migliori, almeno un poco visto che sono soltanto un singolo individuo.

Tuttavia per rendere un poco migliori le cose tra gli italiani, appunto quelli onesti, che giustamente vogliono scappare via da una nazione di mediocri ho reputato giusto provvedere di conseguenza.

La prima cosa che ho fatto il 15 di Luglio 2017 è stato quello di fondare un nuovo gruppo Facebook, appunto denominato Il gruppo degli Italiani Onesti in Portogallo e in Algarve.

Ma la cosa che contraddistingue questo gruppo dagli altri è un attenta selezione dei suoi membri e per farlo ho stabilito un regolamento ben preciso.

Chi ovviamente non vuole attenersi a tale regolamento logicamente se ne esce da solo oppure viene espulso a priori, spesso coloro che non si attengono sono proprio i soliti polemici, rompiscatole o mediocri.

Della serie: “I mediocri e i disonesti ci rendono la vita difficile? Rendiamo quindi la vita difficile a loro con l’onestà“, quindi distinguersi da costoro con questo semplice metodo.

Il gruppo sta riscuotendo un notevole successo visto che da Luglio eravamo meno di una quindicina di membri e nel momento in cui scrivo siamo attualmente arrivati a oltre 560 membri!

E sempre più membri vogliono aggregarsi, giustamente questo avviene perché molti si sono stancati di dover discutere o litigare in altri gruppi con altre cosiddette “tigri da tastiera”.

Ma il motivo non è soltanto questo… molti vogliono trovare e reperire informazioni valide e da qui la semplice idea di creare un nuovo blog dove aggregare più informazioni possibili e condividerli di conseguenza con tutti.

Tutto questo ovviamente descritto ed esposto in maniera imparziale ed onesta.

Obiettivi personali e valutazioni di collaborazioni

Nel mio caso inoltre si trasforma in una nuova opportunità come blogger e guadagnare giustamente dagli introiti che il blog stesso mi produce ma allo stesso tempo rendendo un buon servizio alla collettività in generale.

Quindi spetta a me soltanto valutare “se” e “come” l’accettare o meno determinate richieste di collaborazione ed è quindi chiaro che devono essere proficue e remunerative.

Pertanto le richieste dei soliti sognatori che propongono fantomatiche collaborazioni promettendo visibilità o altre fesserie saranno a priori esclusi.

Così come eventuali richieste di recensioni su luoghi, negozi o attività del Portogallo devono essere necessariamente finanziate per coprire le spese, del resto è la logica.

Alla stessa maniera si possono valutare le collaborazioni con sponsor del luogo o inerente al Portogallo ai quali si può dare particolare risalto a fronte di un contratto regolare e legale e che finanzi l’attività.

Blog multilingua, senza parzialità e leggibile da qualunque dispositivo

Anche se scrivo i miei articoli in lingua italiana il blog è anche multilingua e tali informazioni sono disponibili anche a livello internazionale.

Il blog è scritto in lingua italiana ma è automaticamente tradotto anche in inglese, francese, tedesco, spagnolo, catalano, arabo, cinese (semplificato), russo, olandese, perfino l’esperanto e ovviamente anche la lingua portoghese.

E tutto questo include anche una corretta lettura non solo da computer ma anche da smartphone e tablet.

Prevedo naturalmente in futuro di registrarmi come attività secondo la fiscalizzazione portoghese in quanto prevedo di trasferirmi definitivamente in Portogallo, chiudendo quindi definitivamente con l’Italia.

Spero che gradirete i miei articoli attuali e che in futuro andrò a pubblicare, riempiendo così il blog di foto, video, esperienze e interviste insieme ad informazioni utili per tutti.

Porgo quindi un cordiale saluto a tutti voi e non dimenticate di condividere gli articoli del blog anche di lasciare un bel like anche alla pagina Facebook.

 

Valentino Francesco Mannara – Admin NicePortugal.com

Print Friendly, PDF & Email

Spread the love
  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    9
    Shares

CC BY-NC-ND 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.