Vita costosa in Portogallo? Qual’è la causa e che problemi ci sono?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La vita in Portogallo, così come i costi da affrontare nelle situazioni che si presentano ogni giorno nel paese lusitano, presentano delle incognite per chi desidera trasferirsi.

Inutile negarlo, un trasferimento indolore per coloro che amano il paese lusitano è inesistente, questo però non vuol dire che sia impossibile.

Per chi è pensionato trova più facile e agevole affidarsi ad un’agenzia di trasferimenti, anche se molti vorrebbero evitare la spesa della consulenza.

Eppure il costo della vita di per sé in Portogallo non è affatto costosa, tranne per eventuali spese di trasferimento che sono abbastanza ingenti per chiunque, a prescindere dal luogo che scegliamo di vivere.

Allora qual’è il vero problema nel bel Portogallo? Analizziamo la situazione.

Vita costosa oppure ci si aspetta altro?

Metto subito in chiaro una cosa, molti hanno paura nel trasferirsi, inutile negarlo e l’articolo sarà abbastanza pesante per i soliti noti dediti sempre al lamento continuo.

Una delle principali paure purtroppo è sempre di natura finanziaria, quando si è corto di denaro si fa tutto più difficile, eppure si desidera migliorare la propria vita, visto che l’Italia non fa altro che rubare il futuro ai suoi cittadini.

Molti invece hanno l’inutile paura (e qui aggiungo anche “stupida) che in Portogallo non si mangi bene o che i soliti noti non trovino la pasta della marca che maggiormente gradiscono.

Timori inutili, infondati e soprattutto molti trascurano che il Portogallo è famoso per la sua ottima cucina, senza contare che lo stile di alimentazione portoghese è anche più sano.

Anche le esperienze narrate nei due filmati postati sopra mostrano le caratteristiche di un problema ormai evidente, ovvero gli affitti ed è proprio questo il problema principale.

Il boom turistico aggrava ulteriormente le cose

Bisogna assolutamente dire che è fantastico che il Portogallo abbia avuto una crescita economica notevole e che rappresenti un vero e proprio miracolo in Europa.

Il bel Portogallo ha vinto anche numerosi premi negli anni precedenti e anche quest’anno ha vinto il premio “Destinazione Turistica Accessibile 2019“.

Tuttavia c’è il lato oscuro rappresentato dai proprietari di immobili e da diverse agenzie immobiliari che hanno reso tale mercato molto difficile da gestire.

Infatti soffrono in primis proprio i portoghesi nativi che hanno riscontrato gravi difficoltà nel trovare una sistemazione adeguata, complice anche gli stipendi portoghesi che non risultano conformi a tali aumenti.

Una notizia recente ha perfino riportato che i pensionati portoghesi spesso rischiano di venire sfrattati da padroni di casa abietti e senza scrupoli.

Purtroppo nel caso di questi pensionati che vengono sfrattati si tratta di persone anziane molto avanti con gli anni e con evidenti bisogni legittimi.

Di conseguenza è perfettamente inutile che il governo portoghese si impegni a far entrare i pensionati di tutta Europa nel paese lusitano se esso non è in grado di far fronte a questa emergenza.

Il governo portoghese ha trascurato che la vita in Portogallo deve essere equa per tutti, eppure le recenti elezioni mostra un evidente vittoria dei socialisti che fino adesso sembrano aver lavorato bene ma aggiungo che non è abbastanza se si desidera mirare alla prosperità per tutti.

Non ha alcun senso fare bella figura col mondo intero se chi vive in casa propria non solo vive male ma addirittura rischia di non avere più un tetto sopra la testa e di questo il governo portoghese è solo colpevole.

Del resto anche noi giovani lavoratori desideriamo investire la nostra vita, le nostre energie e le nostre risorse in una terra così straordinaria ma se il governo non attua delle misure severe nell’ambito immobiliare la cosa diventa praticamente impossibile.

Se poi calcoliamo che un problema che affrontiamo noi giovani (e quindi non solo i pensionati) è l’ulteriore deficienza mentale di imprenditori e datori di lavoro incompetenti (come nel caso di Sitel) che rimandano sempre nel fare le cose e quindi nell’assumere, diventando così la terra lusitana spesso inaccessibile a chi spesso ha poche risorse.

Che fare in alternativa?

In un articolo che pubblicai diversi mesi fa riportai anche alcuni affari immobiliari nascosti, quindi per tutti coloro che possono permetterselo di comprarsi casa è opportuno che diano un’occhiata a questo link.

E desidero inoltre ricordare che non ha alcun senso insistere continuamente a vivere in Algarve, vi ricordo che il Portogallo non è composto solo dalla tipica regione.

Pertanto vi rimando all’articolo che parla proprio di questo argomento e vi avviso fin d’ora che sarà pubblicato a breve un altro articolo che approfondirà questo argomento.

Per il problema “lavoro” ne parlerò in un prossimo articolo.

Quindi vi ripeto la mia raccomandazione di non insistere nel voler cercare casa in Algarve, il Portogallo è bello ovunque e le zone costiere da sud verso nord sono anch’esse straordinarie.

Per concludere vi riporto alcuni bellissimi video a testimonianza di quanto scritto prima di altre zone costiere del centro e del nord del Portogallo, ovvero Cascais, Ericeira, Nazarè e Viana do Castelo.

Print Friendly, PDF & Email


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Related posts

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.